Paypal

Sebbene PayPal sia attualmente il metodo di pagamento online più diffuso a livello globale, con ben 182 milioni di utenti in 203 paesi, gli esordi della piccola azienda americana furono alquanto tortuosi. PayPal dovette sin da subito rispondere a numerose critiche legate all’estrema semplicità d’uso della propria piattaforma, tale da attirare l'attenzione di hacker e criminali che cercarono di utilizzare il sistema con finalità fraudolente. Nonostante le difficoltà iniziali, tuttavia, la crescita di PayPal rimase costante fino al 2002, quando venne acquisito da eBay. Oggi opera come azienda indipendente, offrendo pagamenti in 26 valute diverse e con un volume di transazioni milionario.

Come funziona?

Esistono 3 tipologie di conto, basate sulle esigenze del cliente: un conto per gli acquisti, uno per le vendite da privato e un terzo per le aziende. Una volta scelto il tipo di conto, è necessario procedere con la registrazione e associare una carta di credito (Visa, Visa Electron e MasterCard) o una prepagata (Postepay, ecc.) o, in alternativa, effettuare un deposito tramite un conto corrente bancario.

Completata la registrazione, PayPal addebita 1,50 Euro per confermare le carte e due importi compresi tra 0,01 e 0,99 Euro per confermare il conto bancario; una volta ottenuta la conferma, le somme prelevate vengono rimborsate e rese disponibili come saldo. Questa procedura consente all’azienda di verificare gli utenti, confermare la veridicità dei dati e garantire un alto livello di sicurezza. Dopo avere confermato l’indirizzo email, è possibile iniziare ad utilizzare il conto. Non vi sono limiti riguardanti il numero di transazioni ma esiste un limite di ricezione pari a 2.500 Euro annuali. Raggiunto tale importo, PayPal richiederà all’utente una serie di dati specifici, in ottemperanza alle normative europee in materia di riciclaggio di denaro.

Interfaccia

PayPal è disponibile su diverse piattaforme e solitamente l’interfaccia di pagamento è integrata nei siti di e-commerce o intrattenimento; basterà quindi fare clic sul pulsante di pagamento e procedere. Degna di nota è la disponibilità di applicazioni per iOS e Android e la possibilità, su alcuni dispositivi, di effettuare i pagamenti tramite l’impronta digitale, senza la necessità di inserire i dati manualmente.

Tariffe

PayPal non dovrebbe essere considerato una vera e propria banca: l’azienda offre un servizio di trasferimento di denaro digitale su Internet e, nella qualità di “semplice” intermediario, applica delle tariffe di gestione. L'apertura del conto è gratuita, non vi sono canoni mensili e le tariffe vengono applicate soltanto nel momento in cui si ricevono fondi sul proprio conto. Sebbene i pagamenti possano essere effettuati su scala nazionale e mondiale, solo il pagamento in Euro (nella zona Euro) tramite saldo PayPal è totalmente gratuito: quando effettui pagamenti in una valuta diversa dalla tua, viene applicata una tassa di conversione. Per effettuare prelievi dal conto è necessario essere un utente verificato, il limite giornaliero è pari 1.000€ e il costo del prelievo è nullo se l’importo prelevato supera i 100€, o di 1€ se l’importo è inferiore. Ricordiamo che tutte le informazioni qui fornite hanno una funzione illustrativa e sono soggette a modifica, per cui è bene verificare le condizioni d’uso sul sito ufficiale dell’azienda.

PayPal è un metodo di pagamento molto diffuso nei casinò online e tra i più celebri ricordiamo: 32Red, Mr Green, William Hill, Titanbet, Casino 888, Betway, Paddy Power e Prime Slots.

© AAMS Italian Casinos

Puoi giocare solo se sei maggiorenne il gioco può causare dipendenza